Rolando Larcher (Rolly) è nato nel 1965, vive a Mattarello assieme a Letizia e al figlio Alessandro. Lavora alla Questura di Trento. Ha iniziato a scalare nel 1981 e dal 2000 fa parte del prestigioso Club Alpino Accademico Italiano. Papà Renato, fortissimo arrampicatore, gli ha trasmesso la passione per l’alpinismo. Dopo essersi dedicato alle falesie e alle gare con risultati di livello altissimo, nel 1988, prova a sperimentare uno stile nuovo che forse avrebbe appagato il suo bisogno di difficoltà, di estetica e di qualità della roccia. Quest’esperimento consisteva nel cercare linee compatte, non proteggibili con metodi tradizionali, scalarle in libera dal basso, usando il trapano elettrico solo per mettere le protezioni e mai per la progressione. Rolando scopre così la sua dimensione ideale, il connubio perfetto per le sue due grandi passioni: l’arrampicata estrema e la montagna. Da allora ha continuato evolvendo e migliorando questo stile, portandolo dalle Dolomiti alle montagne del Messico, del Madagascar, del Marocco, della Turchia.

Larcher ha scalato anche in Australia, Thailandia, Libia, Argentina, Canada e più volte negli Stati Uniti. Considerato tra i più forti arrampicatori, attualmente continua per questa strada, che necessita di molta preparazione atletica e di molta falesia, scoprendo in tal modo i suoi lati più reconditi che gli permettono di non annoiarsi e soprattutto di non ripetersi. L’alpinismo tradizionale lo pratica lo stesso, ripetendo ed aprendo vie, fonte ulteriore di divertimento ed avventura. È da pochi giorni rientrato dall’ultima avventura in Patagonia.